vai al contenuto. vai al menu principale.

Il comune di Barbania appartiene a: Regione Piemonte - Città metropolitana di Torino

Torre-porta dell'antico ricetto di Barbania

Nel medioevo un ricetto venne edificato a Barbania per proteggere la popolazione nei momenti di pericolo durante le continue lotte fra i signori locali. Era fornito di mura, fossati, due torri-porta d’accesso e piccoli edifici interni destinati ad abitazione e magazzino, separati tra loro da strette vie.
La torre-porta ancora esistente era l’elemento su cui si reggeva la difesa del ricetto e dava accesso al suo interno mediante un ponte levatoio manovrato da bolzoni del quale restano i tagli di manovra e le mensole reggi ponte.
Ha un rivestimento in mattoni risalente alla ricostruzione a seguito delle distruzioni e degli incendi subiti alla fine del 1300, ma conserva tracce della più antica struttura con muratura di ciottoli a spina di pesce e massi lapidei di spigolo.
La torre-porta terminava con una merlatura bifida di cui restano tracce e che fu tamponata, probabilmente nel XVII secolo, per aggiungere un tetto in coppi e adibirla a torre campanaria, funzione che mantenne fino al 20 febbraio 1955 quando venne inaugurato il nuovo campanile a lato della Chiesa di san Giuliano martire.
Costruita su tre piani collegati da scale a pioli, presenta finestre e feritoie per il controllo del territorio, mentre è aperta verso l’interno.
Il quadrante di un orologio nella parte interna della torre-porta testimonia la presenza di un orologio meccanico da torre, citato fin dal 1600 negli archivi comunali e conservato al suo interno fino al 2008, anno in cui sono iniziati i lavori di restauro della torre-porta. L’orologio meccanico da torre datato 1793 è ora collocato nel Palazzo Comunale di Barbania. Il 1° marzo 2017 è stato installato un orologio elettrico completo di lancette.

Bibliografia:
Viglino Davico Micaela, I ricetti: difese collettive per gli uomini del contado nel Piemonte medioevale, Edi Albra, Torino, 1978, pag. 103.

Allegati