Sei qui: Home Cosa fare per... Pubblicazioni di Matrimonio e matrimoni civili nel Comune di Barbania

Pubblicazioni di Matrimonio e matrimoni civili nel Comune di Barbania

PDF  Stampa  E-mail 

  

 

Cos'è

La pubblicazione di matrimonio è una forma di pubblicità-notizia che ha lo scopo di rendere nota l'intenzione di contrarre matrimonio da parte delle due persone interessate.
Questo perché chi ne abbia interesse e sia a conoscenza di fatti (previsti dal Codice Civile) che possano impedire il matrimonio possa opporsi alla celebrazione.
La pubblicazione di matrimonio deve essere richiesta all'Ufficiale di Stato Civile del Comune in cui uno degli sposi ha la residenza.
L'atto di pubblicazione resta affisso presso i Comuni di residenza degli sposi per un periodo minimo di 8 giorni consecutivi. Il matrimonio può essere celebrato a partire dal 4° giorno dalla compiuta pubblicazione ed entro i successivi 180 giorni.

Per ottenere la riduzione o l'omissione delle pubblicazioni, l'interessato deve essere autorizzato dal Tribunale Civile e deve produrre copia autentica del decreto.

Per ottenere la dispensa per i casi contemplati dall'art. 87 del Codice Civile (impedimento del rapporto di parentela o affinità tra nubendi) è necessario rivolgersi al Tribunale Civile e produrre copia autentica del decreto. Al momento della richiesta allo Stato Civile bisogna produrre idoneo e valido documento di identità personale.

Le donne a norma dell'art. 89 del Codice Civile, devono lasciar trascorrere 300 giorni dalla data del decesso del coniuge, dello scioglimento, nullità, cessazione degli effetti civili del precedente matrimonio prima di contrarre il nuovo, salvo dispensa richiesta al Tribunale Civile.

Come si fa

I cittadini italiani devono consegnare i seguenti documenti:

  • richiesta di matrimonio, redatta su apposito modulo presso l'Ufficio di Stato Civile compilato dall'impiegato dell'Ufficio contestualmente alla presenza degli sposi;
  •  dichiarazione della scelta del regime di separazione o comunione dei beni, redatto su apposito modulo presso l'Ufficio di Stato Civile compilato dall'impiegato dell'Ufficio contestualmente alla presenza degli sposi;
  • copia della sentenza di divorzio o annullamento di eventuali precedenti matrimoni;
  • possibilmente certificato di morte di precedenti coniugi nel caso si tratti di persona vedova che desidera contrarre nuovo matrimonio;
  • richiesta di pubblicazione alla casa comunale (fatta dal Parroco nel caso di matrimonio concordatario o dal Ministro di Culto nel caso di matrimonio acattolico) – in carta libera;
  •  certificato di residenza cittadinanza e stato libero di entrambi gli sposistato di famiglia (nel caso di riconoscimento e/o legittimazione dei figli) – in carta libera;
  • carta d'identità degli sposi;
  • codice fiscale degli sposi;
  • carte d'identità dei testimoni (solo nel caso di matrimonio civile);
  • per i minori di età occorre la copia autentica del decreto di ammissione al matrimonio emesso dal Tribunale dei Minori – in bollo.

L'accertamento sull'assenza di impedimenti alla celebrazione del matrimonio è effettuato d'ufficio.

I cittadini stranieri devono consegnare i seguenti documenti:

certificato da far valere come atto di nascita;

nulla osta al matrimonio (art. 116 del Codice Civile), dal quale devono risultare oltre le complete generalità del futuro sposo, anche lo stato libero, la cittadinanza e la residenza.

Entrambi i documenti di cui sopra, dovranno essere rilasciati dalla rappresentanza diplomatica o consolare estera competente residente nello Stato, redatti in lingua italiana (o con allegata traduzione) e legalizzati dalla Prefettura (eccetto quelle con esenzione dall'obbligo della legalizzazione stabilite da leggi o da accordi internazionali).

Se i cittadini stranieri sono anche residenti nel Comune di Barbania o in altro Comune italiano:

  • richiesta di matrimonio, redatta su apposito modulo presso l'Ufficio di Stato Civile compilato dall'impiegato dell'Ufficio contestualmente alla presenza degli sposi;
  • dichiarazione della scelta del regime di separazione o comunione dei beni, redatto su apposito modulo presso l'Ufficio di Stato Civile compilato dall'impiegato dell'Ufficio contestualmente alla presenza degli sposi;
  • richiesta di pubblicazione alla casa comunale (fatta dal Parroco nel caso di matrimonio concordatario o dal Ministro di Culto nel caso di matrimonio acattolico) – in carta libera;
  •  certificato di residenza cittadinanza e stato libero di entrambi gli sposistato di famiglia (nel caso di riconoscimento e/o legittimazione dei figli) – in carta libera;
  • carta d'identità degli sposi;codice fiscale degli sposi;
  • carte d'identità dei testimoni (solo nel caso di matrimonio civile)

Cosa occorre

Muniti dell'intera documentazione, i futuri sposi, devono recarsi presso l'Ufficio di Stato Civile portando una marca da bollo da € 16,00.

I futuri sposi dovranno sottoscrivere il verbale di pubblicazione, predisposto e letto in loro presenza. L'Ufficiale di Stato Civile, dopo la sottoscrizione dell'atto, se uno degli sposi non è residente a Barbania, provvede a trasmettere al Comune di residenza la richiesta di pubblicazione.

La pubblicazione infatti deve essere eseguita in entrambi i Comuni degli sposi.

Se gli sposi vogliono contrarre matrimonio civile, devono preventivamente prendere accordi sul giorno la data e l'ora con l'impiegata e con l'Ufficiale di Stato Civile con più anticipo possibile.

L'Ufficio provvederà all'affissione della pubblicazione di matrimonio all'Albo Pretorio. Concluso il periodo di affissione e attesi ancora tre giorni, nel caso di cerimonia religiosa, il nulla osta al matrimonio sarà rilasciato agli sposi per la consegna al parroco.

Quanto dura

I documenti elencati hanno validità 6 mesi; al momento della richiesta di pubblicazione, la documentazione non dovrà avere una data anteriore a 180 giorni dal rilascio.

Quanto costa

Per la pubblicazione di matrimonio occorre presentarsi con una marca da bollo da € 16,00 nel caso che i futuri sposi siano residenti entrambi a Barbania oppure due marche da bollo da € 16,00 nel caso in cui uno di essi sia residente in altro Comune. Rivolgersi agli uffici comunali per tariffe e costi riguardanti l'utilizzo della sala per la celebrazione del matrimonio.

 

 

< Prec.   Succ. >
Ultimo aggiornamento ( Mercoledì 10 Maggio 2017 09:44 )
 

INFORMATIVA: Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la privacy policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per ulteriori infomazioni sui cookie utilizzati in questo sito guarda la nostra privacy policy.

Accetto l’utilizzo dei cookie su questo sito.

EU Cookie Directive